birra


Per votare è necessario autenticarsi

Etrusca BdB
Prodotta da Birra Del Borgo
Regione Lazio
Stile (Special) - Specialità - Sperimentali e storiche
Fermentazione Spontanea
Bicchiere Cilindrico (Tumbler)   
Gradi saccarometrici ?? °P
Gradi alcolici 9,3 %
Temperatura di servizio 10-12 °C
Schiuma -
Colore -
Aroma -
Gusto -
Abbinamenti gastronomici -
Note Concepita a tre mani da Leonardo di Vincenzo, Teo Musso ( Baladin) e Sam Calagione ( Dogfish head) nel tentativo di ricreare una archeo birra etrusca con ingredienti del territorio ( melograno, nocciole, resina, miele) ed antichi lieviti trovati in otri e anfore etrusche. Ogni birrificio ha usato un contenitore diverso per la fermentazione, nella versione di Birra del Borgo trattasi di un anfora di terracotta. 0 ( o suppergiù) IBU
Bizzarra BDB Maggio 2015
Accessi 2805
Zucca (7) Roma (RM), Italia

Eccellente complessità e bilanciamento. Mi spiego meglio, bevendo questa birra si ha l'impressione di bere una birra diversa ad ogni fase del sorso, senza perdere un'armonia che ne amalgama le note. Priva di sbavature, 9.3° assolutamente integrati nella struttura, che resta elegante e non si appesantisce di stucchevolezza. Decisamente interessante la gamma di odori: note minerali iodate, speziature di zafferano, esteri di frutta, datteri freschi, sentori di pirite, albicocca disidratata, note eteree di smalto. In bocca un bilanciamento perfetto di amaro, dolce e acidità (assolutamente gradevole, senza scodate acescenti) e una persistenza cangiante e avvolgente. In retro olfatto riemergono tutte le note già ravvisate al naso, con aggiunta di mele renetta, frutti rossi e un gustoso floreale giallo.

Voto 9,28
Aspetto 8/10
Aroma 9/10
Gusto 10/10
Impressioni generali 9/10

Degustata in bottiglia in data: 18/06/2016 16:06:50

alexander_douglas (523) cisterna di latina (LT), Italia

Vado a assaggiare questo prodotto molto celebrato e decantato sperando che non sia solo una bufala di marketing. Colore dorato acceso, sentori acetici molto molto netti, metallico e frutta acerba. In bocca acida e vinosa, ma allo stesso tempo non di beva difficile. Alcohol che non si avverte quasi per niente altrimenti sarebbe stata difficile da bere. Probabilmente gli etruschi non bevevano nulla di tutto ciò , ma il prodotto nel comprensivo risulta molto molto ben riuscito anche se molti degli ingredienti usati non si sono avvertiti

Voto 7,9
Aspetto 7/10
Aroma 8/10
Gusto 8/10
Impressioni generali 8/10

Degustata in bottiglia in data: 20/04/2013 11:32:20

de:La (28) torino (TO), Italia

Nel bicchiere si presenta sfoggiando un bel oro antico, leggermente velato; la schiuma è bianca, poco fine ed evanescente. Il naso è decisamente interessante, riuscendo ad esprimere in maniera fine ed elegante aromi di miele, fieno, sentori fruttati (melograno e pesca), genziana, una punta terrosa ed una nota acetica ben presente ma non invadente. Quando la birra si scalda tira fuori anche un pò di etilico riscaldante. In bocca il corpo è medio e media la carbonazione, l’attacco è fruttato col melograno in primo piano, segue frutta secca (noci) e la nota acetica che ripulisce splendidamente la bocca andando verso un finale astringente che porta con sé sentori di radice. La sensazione finale è lievemente vinosa, l’alcol è decisamente nascosto rendendo questo esperimento riuscito. Una birra di carattere, con una struttura decisa ed una personalità che riesce ad esprimersi sia in degustazione che a tavola (la vedrei bene con del pesce azzurro, ma anche con buona parte dei formaggi stagionati avendo una acidità pronunciata in grado di assecondare ed ammorbidire i cibi tendenti al grasso). Da provare…nonostante il prezzo

Voto 8,22
Aspetto 8/10
Aroma 9/10
Gusto 8/10
Impressioni generali 8/10

Degustata in bottiglia in data: 18/04/2013 15:51:16